Chi è online
Ci sono attualmente 0 utenti e 0 visitatori collegati.

Speciale
  • 9548

    Il Presidente Francesco Ettorre ha indirizzato una nota a tutti i Presidenti di Circolo e alle Associazioni di Classe per illustrare l'avvio dell'edizione 2021 del Piano Sviluppo Territorio con interv


Convenzione FIV-Giunti Progetto VelaScuola
CAMPIONATI ITALIANI GIOVANILI IN SINGOLO - SUL PODIO TANTI ATLETI DELLA XIV ZONA
06.09.21

Una grande festa, prima in mare poi all’anfiteatro di Marina Piccola. Cala così, il sipario sul Campionato Italiano Giovanile singoli, che si è concluso oggi pomeriggio a Cagliari dopo quattro giorni di competizione tra quasi 600 regatanti provenienti da tutta la penisola, per contendersi i titoli italiani delle classi Optimist, ILCA 4, ILCA 6 e Techno 293, per le categorie Under 13, Under 15, Under 17 e Plus.

L’evento rappresentava il secondo atto dello spettacolo iniziato il 29 agosto scorso, con la Coppa Primavela che per tre giorni ha impegnato 437 nuove leve della vela italiana.

Sia la Coppa Primavela che il Campionato Italiano Giovanile singoli sono inseriti nel calendario delle regate della Federazione Italiana Vela che ricorrono ogni anno, assegnate dal Consiglio Federale dopo un esame delle proposte da località, Circoli e consorzi di Club, e si sono svolti con l’organizzazione del Consorzio Velico Cagliari 2020, creato dai tre circoli cittadini Yacht Club Cagliari, Windsurfing Club Cagliari e Lega Navale Italiana Cagliari, che da sempre sostengono e promuovono la vela giovanile in ogni sua declinazione.

L’ultima giornata di gara è stata sofferta. Malgrado il comitato di regata avesse fissato la prima partenza alle 11, per far disputare il maggior numero possibile di prove, per circa un’ora i regatanti schierati per la battaglia finale hanno atteso che il vento si presentasse sui campi di regata, disposti di fronte alla spiaggia del Poetto. Tra chiacchiere, uno snack leggero, bordi di allenamento e qualche tuffo per ritemprarsi dal caldo ancora estivo, il tempo è trascorso fino alle sospirate procedure di partenza. I primi a confrontarsi sono stati i variopinti windsurf Techno 293, su campo più sottocosta.

I più giovani della flotta, Under 13 e 15, hanno disputato una sola regata. Due invece per ILCA 6 ILCA 4, ben tre per gli Optimist, i Techno 293 Plus e Under 17.

I RISULTATI (in base alle classifiche provvisorie)

OPTIMIST (dopo 11 prove e uno scarto). È l’ultima regata, ad assegnare ad Alessandro Cirinei (Tognazzi Mare Village) il titolo maschile, seguito nella classifica assoluta da Lisa Vucetti (Soc. Velica di Barcola) e Rebecca Geiger (CV Muggia). Nuova campionessa italiana Lisa Vucetti, seconda Rebecca Geiger, terza Aurora Ambroz (CV Muggia).

ILCA 6 (dopo 10 prove e uno scarto). Con una manche autoritaria, Domenico Lamante (LNI Pescara) conquista il secondo tricolore consecutivo e precede Mattia Cesana (FV Riva) e Massimiliano Antognazzi (YC Adriaco).

Tutto del CV Torbole, il podio femminile: dietro la neocampionessa Sara Savelli, ci sono le compagne Carlotta Rizzardi e Gaia Bolzonella.

ILCA 4 (dopo 9 prove e uno scarto). Una condotta regolare per tutto il campionato e la vittoria dell’ultima regata premiano Nicolò Cassitta (YC Olbia), che così nel finale supera Luca Centazzo (Sirena CN Triestino) e il compagno di circolo Salvatore Falchi (YC Olbia). Cambio anche al vertice della classifica femminile, dove la spunta Maria Vittoria Arseni (Tognazzi Mare Village), vincitrice del titolo davanti a Ginevra Caracciolo (LNI Napoli) e Clara Lorenzi (CN Bardolino).

TECHNO 293 UNDER 13 (dopo 10 prove e uno scarto). Pierluigi Caproni (Windsurfing Club Cagliari) resiste al pressing di Mathias Bortolotti (CS Torbole) e, con un sesto posto nell’unica regata corsa oggi, mette al sicuro il titolo. Terzo gradino del podio per Luca Pacchiotti (FV Malcesine, 35). Il quarto posto assoluto garantisce a Marisa Medea Falcioni (SEF Stamura) il titolo femminile, davanti a Gaia Bonezzi (CS Torbole) e Vittoria Brighenti (Fraglia Vela Malcesine).

TECHNO 293 UNDER 15 (dopo 10 prove e uno scarto). Edoardo Guarnati (FV Malcesine), fa valere la serie positiva delle prime giornate per difendersi dall’assalto finale di Rocco Makana Sotomayor (CS Torbole). Terzo Tiberio Riccini (CS Bracciano).

Prima femminile è Anna Polettini (Circolo Surf Torbole), seguita da Alice Evangelisti (LNI Civitavecchia) e Teresa Medde (Windsurfing Club Cagliari).

TECHNO 293 UNDER 17 (dopo 9 prove con uno scarto). In testa alla classifica resiste il giovane greco Petros Kontarinis (5 punti), ma vince il titolo italiano Francesco Forani (Adriatico Wind Club), davanti a Marco Guida di Ronza (Nauticlub Castelfusano) e Giuseppe Paolillo (Horizont Sailing Club).

Sul podio femminile Carola Colasanto (Tognazzi MV), Giulia Vitali (LNI Civitavecchia) e Gaia Barbera (LNI Civitavecchia)

TECHNO 293 PLUS (dopo 9 prove con uno scarto). Con tre nuovi successi, Federico Alan Pilloni (Windsurfing Club Cagliari) conquista un successo pieno. Sul podio maschile, anche Davide Antognoli (Nauticlub Castelfusano) e Alessandro Graciotti (SEF Stamura).

Campionessa italiana è Anita Soncini (LNI Ostia), davanti ad Angelina Medde (Windsurfing Club Cagliari) e Matilde Fassio (CN Loano)

Le premiazioni si sono svolte nell’anfiteatro di Marina Piccola, nella più stretta osservanza delle norme in materia di contrasto e contenimento della diffusione del Covid 19.

Ritorna a: »News